STAGIONE TEATRALE DEL PIMOFF: TRADIZIONE E INNOVAZIONE

Share:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Print

Come festeggiare la capienza di teatri e cinema al 100%, oramai in vigore dall’11 Ottobre?

Concedendosi una bella serata a teatro.

Tra le programmazioni più interessanti a Milano spicca quella del Teatro PimOff, nato 17 anni fa sulle ceneri della Cartiera di Verona in via Selvanesco 75; così un luogo storico della Milano di un tempo si è riconvertito in teatro e spazio culturale.

Uno spazio che oltre alla stagione teatrale, offre un ventaglio di produzioni artistiche: si va da progetti di residenza artistica – in cui vengono spesso ospitati artisti stranieri – a bandi e premi, fino a Masterclass; un melting pot alla ricerca di suggestioni ibride, sperimentali, alla ricerca di linguaggi nuovi, giovani ed accattivanti, che comunque affondano le proprie radici nel passato.

Così lo scorso 1 Ottobre, in anteprima nazionale è andato in scena Tradere, balletto ideato ed interpretato dalla coreografa spagnola Laia Santanach e che si avvale anche di due ballerine più due ballerini.

Il gruppo, benché esiguo, riempie la scena ispirandosi a tradizioni radicate in Spagna, come la corsa con la moglie in spalla e la gara del formaggio rotolante; in realtà in modo simbolico vengono proposti al pubblico momenti e vissuti di vita collettiva o individuale: dal dialogo al non dialogo, dalla guerra alla pace, dalla costrizione e dall’annientamento individuale, alla gioia della libertà, dalla meditazione al parto creativo. Lo spettacolo cattura ed inchioda lo spettatore sulla sedia, che pian piano ha l’impressione di trovarsi coinvolto egli stesso nello scenario rappresentato.

Si prosegue ad Ottobre (dal 21 al 24) con il teatro contemporaneo, mentre tra Novembre e Dicembre si alternano spettacoli di teatro (Circo Kafka di Roberto Abbiati, o Il colloquio, ispirato ai colloqui tra detenuti e parenti a Poggioreale) e di danza (come Legno di Lara Russo, o Rasoterra, spettacolo funambolico incentrato sulla bicicletta, ideale per le famiglie avvicinandosi al Natale).

Dal 20 Gennaio 2022 in avanti continua l’alternanza di pièce teatrali (come lo spettacolo Sergio di F. Sarteanesi, o il racconto collettivo a cura del Trio Tsaba Un Rinoceronte) o eclettiche (come Amanda dei Fratelli Carchidi, giocato sulla psico-acustica), e spettacoli di danza (The Wolf di Cie Shafak), tra tradizione e sperimentazione.

Quasi tutti gli spettacoli sono alle h 19.30, così dando modo di cenare o proseguire la serata.

Non resta che controllare il sito www.pimoff.it per date ed orari e prenotare.

A cura di Silvia D’Ambra

BeeSocial

Promo ADV

Sponsor & Partner

Possono interessarti anche..

NASCE IL NUOVO FIORDALISO

UNA NUOVA GALLERIA DI NEGOZI TRA SPORT, LIFESTYLE, E SERVIZI Si amplia e si rinnova ulteriormente l’offerta del Centro Commerciale Fiordaliso, con l’apertura di nuovi