VIEW LIVE RESTAURANT: IL RITORNO DI ROBERTO OKABE

Share:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Lo Chef Roberto Okabe ritorna protagonista della scena gastronomica milanese con il View Live Restaurant, un locale innovativo che fonde la sua cucina creativa con un’atmosfera conviviale e intrattenimento in un ambiente sofisticato e unico.

Con questo nuovo progetto, lo chef nippo-brasiliano torna in via San Gerolamo Emiliani (Corso Lodi), all’interno dello stesso elegante palazzo dove, nei primi anni Duemila, aveva lanciato il suo stile fusion allora inedito e rivoluzionario.

A caratterizzare la proposta gastronomica di View Live Restaurant, il melting pot generato dall’incontro e dal dialogo tra la creatività di Roberto Okabe (e della sua squadra) e lo stile di Simone Conca – a cui è affidata anche la Direzione del locale – in un’intrigante fusione di sapori tra oriente e occidente, tra sperimentazione e tradizione.

Roberto Okabe

Cuore pulsante del locale è l’importante Chef’s Table “affacciato” sulla cucina a vista, dove gli chef interagiscono con i commensali nella preparazione live dei piatti e delle pietanze, in un coinvolgente dinner show. Celato dietro una tenda metallica dall’accattivante effetto “vedo – non vedo”, lo Chef’s Table può accogliere fino a dodici ospiti, ai quali è riservato il privilegio di poter vivere un’esperienza sensoriale davvero immersiva. Questo è possibile anche grazie alla speciale illuminazione progettata ad hoc per il bancone su cui, appunto, troneggiano due scenografici lampadari realizzati su misura e formati da canne in ottone di diverse misure che diffondono una luce circoscritta e mirata a enfatizzare la composizione di piatti e drink.

Simone Conca

Una soluzione che consente agli ospiti di apprezzare al meglio i singoli dettagli che compongono i piccoli capolavori di gusto ed estetica studiati dallo Chef Roberto Okabe e realizzati esclusivamente con materie prime di eccellenza, valorizzate attraverso preparazioni e tecniche orientate alla massima semplicità. La proposta in carta è un mix di suggestioni e culture diverse, che si esprime, per esempio, nell’incontro tra elementi come Patanegra e wasabi, yuzu e besciamella, ma anche con riletture innovative di alcuni must della cucina orientale come sashimi e gyoza, rolls, urumaki e gunkan.

Un percorso alla scoperta dei piatti che meglio esprimono lo stile del View Live Restaurant può iniziare con “C’era una volta il Finger Food”, antipasto composto da quattro assaggi al cucchiaio attraverso i quali lo Chef introduce a sapori e consistenze che si articoleranno poi nei piatti in carta; proseguire con “Magnolia”, un carpaccio di salmone alla fiamma con salsa mojito di ananas, menta e shiso, daikon grattugiato, salsa ponzu e sesamo, e ancora con “Leo, Gratin & Vinci”, uramaki composto da una tartare di salmone, tempura di asparagi e gratiné di granchio con uova di pesce volante, e concludersi con il Black Cod mantecato con patate, erba cipollina e prezzemolo, servito su terra di olive taggiasche e cipolle caramellate. Nei dolci, il profumo del tè verde e del macha, la nota speziata dello zenzero, ma anche la golosità mediterranea del pistacchio sono protagonisti in cheesecake, mochi e gelato, ma anche di una speciale versione di tiramisù, sempre in bilico tra oriente e occidente.

Un dualismo che torna anche nell’interior project del locale, studiato per infondere ai diversi ambienti un’atmosfera raffinata.

A trasmettere questa sensazione concorrono un’illuminazione sapientemente modulata, che crea un piacevole gioco di luci e ombre, e la scelta, per gli arredi, di materiali estremamente pregiati, come l’ottone o il legno di noce canaletto, volutamente lavorati in maniera semplice per ottenere un effetto di perfetta imperfezione. L’impiego di mattoni a vista tinteggiati antracite, vasi ricavati dalle radici di albero esotici o da elementi industriali come crogioli da fonderia, nonché la presenza viva di alberi di banano e sterlizie, conferiscono agli spazi un mood decisamente contemporaneo con un elegante accenno di esotismo.

Una volta varcato l’ingresso, ad accogliere gli ospiti, lo scenografico View Cocktail Bar, incorniciato da due grandi colonne simmetriche all’interno delle quali fa bella mostra di sé una bottigliera fluttuante su uno specchio a tutta parete, dove campeggia la V di View. Un suggestivo gioco di specchi amplifica l’esperienza visiva esaltando la grande proposta di liquori e distillati.

Dietro il bancone, alla guida di un team affiatato e preparato, il bartender Alessandro Lisco propone una Cocktail list estremamente suggestiva e ispirata alle sue avventure in Giappone. Così, tra i Signature cocktail è possibile trovare il Negriaki dove il miglior sake incontra Campari Bitter e Vermouth, o Caipisakè maracuja, connubio tra tradizione giapponese e atmosfere brasiliane. Ogni assaggio è un’esperienza sensoriale, un vero e proprio viaggio reso ancora più coinvolgente dal racconto delle situazioni e dei momenti che il cocktail vuole evocare. Completano la lista, oltre ai grandi classici, una selezione di Mocktail e TikiCocktails. Per un drink pre o after dinner, il View Cocktail Bar propone inoltre un’ampia selezione di vini e sake, da sorseggiare con il sottofondo dei dj set e delle esibizioni musicali dal vivo che, durante serate di venerdì e sabato, accompagnano i clienti nella notte milanese, con l’apertura del locale prolungata sino alla tarda notte.

La postazione del DJ domina la sala principale, che si articola su due livelli ed è caratterizzata dalla presenza di sospensioni in ottone di manifattura artigianale dalle diverse forme e dimensioni, montate ad altezze e distanze irregolari quasi a ricordare un volo di uccelli. La composizione fluttuante viene enfatizzata dal contrasto con pareti e soffitto nero antracite, dai tagli di luce, e dal riflesso sul grande specchio che caratterizza la sala, moltiplicando l’impatto scenografico della scultura e amplificandone gli spazi.

Chi desidera vivere un’esperienza più intima e riservata, può accomodarsi nell’elegante privè, gioiello di discrezione situato nella parte rialzata del locale e completo di accesso indipendente che garantisce il massimo della privacy e dell’esclusività. La saletta è caratterizzata da un’articolata boiserie, esaltata da applique eleganti che diffondono una luce soffusa e contribuiscono a definire un ambiente caldo e avvolgente, completato da un grande camino al centro della parete principale, e dal recupero di un prezioso pavimento “chevron” originale che bene si integra con il color ottanio della boiserie.

Il dehors è, infine, la situazione ideale per chi ama cenare all’aperto nella bella stagione. 

Aperto solo la sera da lunedì a sabato.

VIEW LIVE RESTAURANT

Via San Gerolamo Emiliani 2 – Milano

www.viewrestaurant.it 

A cura della Redazione

Possono interessarti anche..

RUDY PROFUMI, NATURE & AROME

Qualità, unicità e passione sono le cara1eris2che dis2n2ve di Rudy Profumi, leader nella creazione di prodo7 per la cura della persona, contraddis2n2 dalla ricerca di