MIRTA: LA RIVOLUZIONE DEL LUSSO ATTRAVERSO LA TECNOLOGIA

Share:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
Print

Accademia del Lusso, Scuola di alta formazione di moda e design nell’area fashion & luxury, da sempre, è attenta alle evoluzioni del mercato e offre costantemente ai suoi studenti uno sguardo privilegiato sul comparto e i suoi player. Tra i protagonisti indiscussi del settore spicca Mirta, digital company fondata nel giugno 2019 con lo scopo di dare una dimensione commerciale internazionale alle piccole realtà artigianali d’eccellenza che rendono unico il nostro Paese, connettendole direttamente con il consumatore finale.

Accademia del Lusso per far conoscere questa case history ha invitato il Co-Founder dell’azienda insieme a Martina Capriotti, Ciro di Lanno, il quale, nel seminario “MIRTA: LA RIVOLUZIONE DEL LUSSO ATTRAVERSO LA TECNOLOGIA” ha voluto condividere con gli studenti di Accademia del Lusso, il percorso di crescita di questa sorprendente Digital Company che, nell’arco di breve tempo, è passata da Startup a Scaleup di successo.

Ciro di Lanno, Co-Founder di Mirta, commenta: “Sono felice di condividere l’esperienza di Mirta e il mio know how in occasioni di scambio reciproco con gli studenti. Il principale obiettivo di Mirta è quello di rendere l’esperienza d’acquisto dei beni di lusso un legame umano, un lavoro frutto della sapienza e delle eccellenti capacità manifatturiere di artigiani esperti. In un mondo dominato dal fast fashion e dalle produzioni in serie, Mirta propone al mercato globale un modello di business orientato all’artigianalità e all’esaltazione delle eccellenze del Made In Italy, capace di rispondere alle esigenze di una clientela mondiale sempre più esigente e consapevole, avvalendosi della migliore filiera produttiva al mondo.”

Un successo, quello del portale e-commerce dedicato alle eccellenze del Made in Italy, dovuto soprattutto alla modalità Made To Order, che permette agli artigiani di produrre solo i prodotti che vengono realmente acquistati, permettendogli di lavorare in un’ottica sostenibile eliminando a monte il problema della sovrapproduzione e dello spreco di materiali che da sempre caratterizza il fashion system.

Un processo di acquisto slow, per un lusso di altissima qualità, personalizzabile e molto più sostenibile in cui il cliente viene coinvolto step-by-step grazie alla possibilità di ricevere aggiornamenti in merito allo stato di produzione del prodotto. Partita con un focus sulla pelletteria ed i prodotti in cashmere, oggi l’azienda sta ampliando la sua offerta mantenendo costante il principio guida dell’altissima qualità dell’offerta sia in termini di materie prime che di design e stile.

Giampiero Mele, Direttore di Accademia del Lusso conclude: “Abbiamo voluto dedicare a Mirta questo seminario in quanto riteniamo che l’imprenditoria digitale occuperà un ruolo sempre più importante in futuro. Mirta è un esempio perfetto di realtà italiana in grado di cogliere ed affrontare le sfide del mutamento globale soprattutto nel mondo della moda e del lusso, mondo per il quale la nostra Accademia forma talenti da molti anni. Voglia di fare scouting, curiosità, organizzazione manageriale e sostenibilità sono alcuni dei driver principali che hanno contribuito alla crescita di questa azienda e un incontro con i nostri studenti è sicuramente un’opportunità utile a spingerli a vivere il futuro non avendo paura di affrontare nuove sfide, come i fondatori di Mirta.”  

A cura della Redazione

Possono interessarti anche..

Beesness Settembre Ottobre 2022

Iniziamo questo nuovo numero di Beesness con una bella intervista al trio dei Meduza, la band del momento che sta facendo ballare tutti i suoi

MAPIC LANCIA IL “RETAIL VILLAGE”

MAPIC, la fiera di riferimento del settore Retail Real Estate, lancia, in occasione della sua edizione 2022, il nuovo concept “Retail Village”. Una nuova centralissima